Get Adobe Flash player

Sviene a casa: autistico e disabile “parcheggiato” al pronto soccorso.

Un’ attesa lunga un’ora e dieci minuti. L’Anffas: “Violata la carta dei diritti”

Un’ora e dieci minuti di attesa mercoledì sera al pronto soccorso di Modica per un ragazzo autistico con gravità ritenuta alta. Il giovane modicano è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Maggiore dopo essere svenuto nella sua abitazione. Giunto al pronto soccorso, accompagnato dalla famiglia e da una volontaria dell’associazione Anffas che si occupa di lui, è rimasto in attesa attenendo il suo turno, come ogni altro paziente, nonostante esista un canale di accesso privilegiato per le persone con gravi disabilità, riconosciuto dall’ Asp 9 di Ragusa.

Si tratta della “Carta dei diritti delle persone con disabilità” che sottolinea proprio le particolari difficoltà di attesa, soprattutto per i pazienti autistici. Solo il grande lavoro della volontaria è riuscito a tenere “calmo”, se così si può dire, il giovane, in evidente stato di agitazione dal primo momento, del tutto incontrollabile dopo oltre un’ora di attesa, tanto che alla fine gli operatori sanitari hanno potuto solo provargli la pressione, senza poter fare nessun altro accertamento, per i quali di norma, tali pazienti, vengono infatti sedati.

“E’ impensabile – spiega Giovanni Provvidenza – Presidente di Anffas Modica – che un ragazzo affetto da grave autismo possa attendere come ogni altro paziente, così come è stato. La carta dei diritti delle persone con disabilità esiste ma di fatto solo a parole, tanto che mercoledì sera al pronto soccorso ci è stato detto che dovevamo aspettare come tutti gli altri, fino a quando, sotto la pressione delle nostre continue insistenze e vedendo il ragazzo ingestibile, lo hanno visitato ma senza poter concludere nulla e il ragazzo è uscito senza sapere il motivo dello svenimento perché gli hanno potuto solo provare la pressione”. Alle persone con disabilità intellettiva grave o disturbi dello spettro autistico, con evidenti difficoltà di attesa nei luoghi di diagnosi e cura, va garantito un percorso preferenziale che preveda brevi attese – si legge testualmente nella Carta pubblicata sul sito dell’azienda iblea – i tempi di intervento sanitario debbono tenere conto dello stato di disabilità, ricordare che affrettare i tempi di alcune procedure sanitarie, come il prelievo ematico, potrebbe essere vissuto come una “violenza”, vanno quindi attuati comportamenti atti a creare un ambiente “familiare e umano” mirante ad ottenere la collaborazione della persona con disabilità. Gli operatori sanitari devono aver cura di umanizzare il percorso socio-assistenziale – riabilitativo mediante atteggiamenti tesi a limitare condizioni di ostacolo anche anche di tipo fisico – posturale, quale quelli che si realizzano con il paziente su sedia a rotelle, utile durante il colloquio porsi alla stessa altezza del paziente. Per talune situazioni di disabilità particolari potrebbe rendersi necessario uno specifico supporto psicologico, con presa in carico della persona con disabilità per il periodo ritenuto necessario”. “Da tempo – spiega Provvidenza – abbiamo chiesto che venga attivato il progetto nazionale “Dama” mirato proprio a percorsi sanitari differenziati e adatti alle persone con autismo, anche alla luce del fatto che la Carta dei diritti, in vigore già dal 2013, è rimasta sempre solo a parole, tuttavia, non siamo ancora riusciti a fare attivare un progetto così importante che è già realtà in altre aziende sanitarie italiane”. “Il progetto “Dama” – spiegano dall’ Asp – è in realtà già una proposta che è stata presentata all’ azienda sanitaria di Ragusa, da Salvina Cilia, presidente di “Pro Diritti H”, su cui l’azienda sta lavorando per strutturare un percorso condiviso che venga proprio incontro ai pazienti con queste problematiche, come è giusto che sia.” Il progetto Dama, acronimo di Disabled Advanced Medical Assistence, è nato 17 anni fa dall’incontro tra Edoardo Cernuschi, fondatore e presidente di Ledha, e il dottor Angelo Mantovani, chirurgo dell’Ospedale San Paolo di Milano. Il Dama è pensato come servizio finalizzato alla presa in carico delle persone con disabilità intellettiva e neuromotoria

Seminario

“L.112/2016 e Amministrazione di Sostegno”

 

Le famiglie Anffas, impegnate da quasi 60 anni nella tutela dei diritti delle persone con disabilità intellettiva e del neurosviluppo, consapevoli di tale destino, hanno, per prime, coniato il termine “Dopo di Noi” e cercato di trovare adeguate risposte agli interrogativi ed ai problemi da questo evocati.

Una delle leggi approvate su cui Anffas ha lavorato attivamente perché fosse considerato anche il punto di vista delle famiglie e delle persone con disabilità è proprio la legge 112/2016 Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare”, la cosiddetta norma sul “Dopo di Noi, Durante Noi” che ha come finalità quella di attivare e potenziare programmi di intervento volti a favorire percorsi di deistituzionalizzazione e di supporto alla domiciliarità in abitazioni o gruppi-appartamento che riproducano le condizioni abitative e relazionali della casa familiare, realizzare interventi innovativi di residenzialità per le persone con disabilità grave senza sostegno genitoriale.

Per i 20 anni di Anffas onlus Modica, Si sta organizzando un Seminario “L.112/2016 e Amministrazione di Sostegno” che si terrà il 7 giugno 2019 alle ore 9.00 presso Auditorium Pietro Floridia – Modica.

 

Il Seminario è accreditato presso Ordine Forense di Ragusa con 4 crediti e in fase di accreditamento dell’Ordine degli Assistenti Sociali della Sicilia

 

BROCHURE SEMINARIO VENTENNALE “L.112/2016 E AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO”

MODULO Iscrizione Partecipante Seminario 07 GIUGNO 2019 

INVITO FESTA PER I 20 ANNI DI ANFFAS MODICA

 

 

 

 

 

 

Open Day Anffas onlus Modica 28 marzo

IL 28 MARZO 2019 SI SVOLGERA’ L’OPEN DAY, CON IL TEMA: L’INCLUSIONE SOCIALE PASSA ATTRAVERSO LE PORTE DI ANFFAS! LE STRUTTURE ANFFAS ONLUS APRONO LE LORO PORTE PER CELEBRARE LA XII GIORNATA NAZIONALE DELLA DISABILITÀ INTELLETTIVA E/O RELAZIONALE, FESTEGGIANDO E PROMUOVENDO INSIEME IL DIRITTO DI DECIDERE!

La Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale compie 12 anni: il 28 marzo 2019, infatti, torna, per il dodicesimo anno consecutivo, la manifestazione nazionale promossa e organizzata da Anffas – Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale – per accendere i riflettori sulle condizioni di vita, le opportunità ed i diritti, ma anche le discriminazioni, che riguardano nel nostro Paese oltre 2 milioni di persone, ancora troppo spesso relegate all’invisibilità.

Questa edizione desidera promuovere un messaggio volto ad affermare i principi e diritti civili e umani sanciti dalla Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità, facendo luce sul diritto di decidere delle persone con disabilità intellettive utilizzando lo slogan: “La mia voce conta”.

Le porte delle oltre duecentocinquanta strutture associative presenti in tutta Italia, infatti, si apriranno proponendo visite guidate, convegni, spettacoli e tante altre iniziative gratuite volte a diffondere lo spirito e la cultura dell’inclusione sociale soprattutto attraverso la partecipazione attiva delle persone con disabilità, degli associati, degli operatori, dei volontari e di tutti coloro che operano in Anffas, con l’obiettivo primario di diffondere la cultura della disabilità basata sui diritti umani.

Nella giornata di domani, 28 Marzo 2019, l’Anffas onlus di Modica propone le seguenti attività: grazie ai Lions di Modica e il Presidente Luigi Giarratana, dalle 9:00 alle 14:00, presso la sede dell’Anffas onlus di Modica, verrà posizionato il camper dei Lions/UIC (Unione Italiana Cechi) per dare la possibilità a tutti di potersi sottoporre ad uno screening oculistico; grazie alla stretta collaborazione con la Misericordia di Modica, il Governatore, Dott. Angelo Gugliotta, sarà a disposizione per uno screening diabetico, dalle 10:00 alle 13:00. Nel pomeriggio, delle 15:00 in poi, gli Scout del Modica 1, porteranno vivacità ai ragazzi del centro socio-educativo dell’ Anffas, con la loro animazione; successivamente, sempre in collaborazione con la Misericordia, verrà spiegato ai ragazzi del centro le procedure di Primo Soccorso, a cui gli stessi si presteranno a svolgere.

Anffas Modica invita tutti i cittadini del Distretto a partecipare a questa grande festa!

#RISTRUTTURAZIONENUOVASEDE

VADO AL “CENTRO”

L’Anffas onlus di Modica, grazie alla generosità del territorio, in questi 20 anni è riuscita a raggiungere diversi obiettivi, che le hanno consentito di offrire servizi migliori ai ragazzi che frequentano il centro ed alle loro famiglie.

Pensiamo ad esempio alla prima ristrutturazione dei locali, o all’acquisto di un nuovo pulmino; traguardi che non sarebbero stati possibili senza il sostegno di tante aziende e amici dell’associazione.

Ancora una volta quindi, ci troviamo a condividere con voi un piccolo sogno: da qualche tempo ci sono stati concessi i locali adiacenti alla nostra sede; se ristrutturati, potremmo fare un vero e proprio salto di qualità nella strutturazione delle nostre attività, sino a raggiungere gli standard previsti per i centri diurni: sono infatti previste un’infermeria, una sala conferenza ed una sala cinema, una cucina attrezzata e persino una piccola palestra (e questo sarebbe molto utile alla nostra neonata squadra di baskin), uno spazio per il doposcuola dedicato ai più piccoli, con disabilità e non.

Ci piacerebbe insomma che fosse uno spazio non solo dell’Anffas ma della città, aperto alle esigenze e alle iniziative del territorio.

Se, anche questa volta, vuoi fare un piccolo gesto per aiutare la nostra associazione, ti invitiamo a seguirci su fb con l’hastag #ristrutturazionenuovasede, dove troverai anche gli estremi come poterci aiutare, oppure potete andare sul nostro sito https://www.anffasmodica.it/sostienici/

Sarebbe il migliore regalo, sia per noi che per i nostri ragazzi, in occasione del ventennale di Anffas onlus Modica.

 

L’Anffas di Modica organizza un cortometraggio. Il 16 marzo i casting

Per celebrare i suoi primi 20 anni di attività sul territorio, l’Anffas Onlus di Modica sta organizzando una sorpresa un po’ speciale: un cortometraggio che ci consentirà di ripercorrere insieme la vita di Anffas, attraverso lo sguardo di quelli che sono sempre stati i protagonisti dell’associazione:

i ragazzi con disabilità che frequentano il centro.

Il cortometraggio sarà realizzato dalla “AXELFILM Produzione Video” di Alessio Micieli che curerà anche la regia. Inoltre per essere pronti al nostro primo “ciak” abbiamo bisogno anche di voi: stiamo cercando un bambino ed una bambina, di età compresa tra i 6 e i 10 anni, che si offrano per due ruoli.

I casting si terranno sabato 16 marzo, dalle ore 9:30 alle 13:00, presso i locali dell’Anffas onlus di Modica, in via Circonvallazione Ortisiana n.206/A.

Vi aspettiamo numerosi.

Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci al seguente recapito:

Tel: 0932/762866

E-mail: info@anffasmodica.it

IN OCCASIONE DELLA “FESTA DELLA DONNA”, ABBIAMO CHIESTO AI NOSTRI RAGAZZI DELL’ANFFAS ONLUS DI MODICA COSA RAPPRESENTI LA DONNA.

 

OGNUNO DI LORO HA ESPRESSO UN SUO PENSIERO.

INIZIANDO  DA MASSIMO , LA SUA DEFINIZIONE DI DONNA E’ QUELLO DI ESSERE VITA.

PER GIOVANNINO, E’ LA FIGURA PIU’ IMPORTANTE, PENSA SUBITO ALLA SUA MAMMA E ALLA SORELLA ALBA.

CHIEDENDO A MANUEL, ASSOCIA LA DONNA ALLA NIPOTINA ALICE, PER IL RISPETTO E L’AMORE CHE NUTRE PER LEI.

NINO ESULTA DICENDO CHE LA DONNA E’ VITA , E PROPRIO GENERANDO FIGLI CHE RIESCE A COMPLETARE L’UOMO.

ASIA ASSOCIA LA DONNA AL MARE, IN QUANTO ESPRESSIONE DI LIBERTA’.

MARCELLINA PARAGONA LA DONNA AD UNA ROSA, ED IL SUO PENSIERO VA A MARIA PERCHE PER LEI E’ LA FIGURA DELL’AMORE.

CONTINUANDO ANCORA PER ANTONELLO, LA DONNA E’ SINONIMO DI BELLEZZA.

GIANNI R., ESTASIATO, NON RIESCE A TROVARE LE PAROLE PER DEFINIRLA.

….. E LA DONNA USCI’ DALLA COSTOLA DELL’UOMO,

NON DAI PIEDI PER ESSERE CALPESTATA,

NON DALLA TESTA PER ESSERE SUPERIORE,

MA DAL LATO, PER ESSERE UGUALE,

SOTTO IL BRACCIO PER ESSERE PROTETTA,

ACCANTO AL CUORE PER ESSERE AMATA…

 



ANFFAS ONLUS MODICA

UNA STORIA LUNGA VENT’ANNI

A metà degli anni ’90 un gruppo di genitori (fam. Provvidenza, fam. Giannì, fam. Gennaro, Sig.ra Ligama, Fam. Alecci fam. Carpenzano, fam. Cicciarella, fam Assenza, fam. Di Giulio, Sig.ra Abbate, fam. Giannone, fam. Gerratana e qualche altro sparuto genitore) di ragazzi con disabilità intellettiva e relazionale del territorio di Modica cominciarono a sentire l’esigenza di creare un punto di raccolta, di ascolto, di confronto, di condivisione ma soprattutto di sostegno per tutte quelle famiglie che condividevano le stesse esigenze. Un primo nucleo di famiglie si mette quindi alla ricerca dell’Associazione che meglio potesse rappresentare le loro esigenze dopo tante valutazioni e grazie al sostegno di Dott. Angelo Caschetto (che seguirà l’Associazione come consulente medico per diversi anni) questi genitori decidono di contattare l’Anffas con sede a Roma (che già dal 1958 si occupava nello specifico di dare voce alle persone con disabilità intellettive e alle loro famiglie) per chiedere l’autorizzazione a costituire un comitato promotore. La sede Anffas (Associazione Nazionale Famiglie di Disabili Intellettivi e Relazionali) di Modica nasce come comitato promotore nel 1998 e comincia a riunirsi in sedi provvisorie (lo studio medico del Dott. Caschetto o la Sala riunioni del Palazzo Azasi di Modica) e viene successivamente autorizzata alla costituzione ufficiale il 20/03/1999. In data 22 maggio 1999 si riunisce l’Assemblea Costituente della istituenda sezione Anffas di Modica presso la sala riunioni del palazzo “Azasi” alla presenza di 24 soci. Dall’ Assemblea esce il primo Consiglio Direttivo della nuova sezione Anffas Modica composto da Francesco Provvidenza (primo Presidente di sezione) e dai sig.ri consiglieri: Gennaro Giorgio, Ligama Rita, Abbate Maria, Mugnieco Lidia. La sezione inizia a svolgere le proprie attività ed il primo obiettivo che si pone è quello di dare una sede fissa e stabile all’Associazione, è così che il 20 ottobre del 1999 il direttivo riesce ad ottenere in locazione un locale basso di proprietà dell’IACP di Ragusa sito nel lotto 58 a Modica (dove tutt’oggi insiste la sede legale dell’Anffas). Prende così avvio l’attività quotidiana dell’Anffas. Sin da subito la sede viene supportata da numerosi volontari che in via del tutto gratuita iniziano a collaborare per la strutturazione delle attività. Le prime collaboratrici sono tre giovanissime Assistenti Sociali (Giuseppa Sortino, Maria Stefania Zaccaria e Maria Giurdanella) e un folto gruppo di cittadini comuni, a tutti questi si aggiunge il preziosissimo aiuto della Pedagogista dott.ssa Elisabetta Rizza che pone le basi per una professionale strutturazione del programma di attività che verranno attivate all’interno dei laboratori diventando il coordinatore delle attività e degli operatori. In una sede completamente vuota prendono avvio i primi laboratori ricreativi pomeridiani frequentati da uno sparuto numero di ragazzi con disabilità intellettiva e relazionale (Giorgio, Jhonada, Graziana, Saretta, Gianni), che venivano accompagnati in sede dagli stessi genitori, i quali, insieme ai volontari strutturarono le prime attività. Si procede così per circa un biennio fino a quando dopo una serie di vicessitudini la squadra dei volontari si sguarnisce quasi del tutto. Nel gennaio del 2001 approda all’Anffas una neo-laureata Assistente Sociale Monica Sammito che affronta, insieme al consiglio direttivo, il primo cambio statutario che vede proprio nel 2001 un cambio dell’assetto giuridico e gestionale dell’Anffas Nazionale, Regionale e locale. L’Anffas di Modica divenuta ora onlus (organizzazione non lucrativa di utilità sociale) comincia a farsi spazio nel tessuto sociale e politico della citta di Modica.

Nel 2002, nata la forte esigenza per la sede di dotarsi di un proprio mezzo di trasporto per sollevare le famiglie dall’incombenza di dover accompagnare e prelevare i propri cari dalla sede, viene indetta una lotteria denominata “con duemilalire aiuti l’Anffas e vinci un premio” che portò all’acquisto del primo pulmino 9 posti dell’Anffas di Modica e all’istituzione del servizio di trasporto. Data l’assenza di personale i primi di autisti del mezzo furono il presidente Francesco Provvidenza e il Tesoriere sig. Gianni Francesco.

Sempre nel 2002, con lo scopo di suddividere in maniera ottimale gli ambienti della sede i soci decidono di affrontare la spesa per l’acquisto e la produzione di un sistema di armadi modulari che fungeranno da primi divisori della sede, grazie e soprattutto dell’allora vicepresidente Giorgio Gennaro “falegname” e con l’impegno diretto di molti soci

Nel 2003 verrà proposta una nuova lotteria avente l’obiettivo di sostenere le attività della sede che sarà denominata “con un euro aiuti l’Anffas e vinci un premio”.

Nell’Anno 2003 l’Anffas di Modica grazie ad un Progetto Nazionale riesce ad avviare il primo Servizio Civile Nazionale ripetutosi negli anni 2004, 2006, 2007, 2016, 2017, 2018 e sta per prendere avvio anche nel 2019.

Nel 2010 l’Anffas ha patrocinato gratuitamente la presentazione di un docu film (con la regia di Francesco Lama) su uno dei nostri ragazzi intitolato “Jhony” e il pulmino giallo fortemente voluto dall’Insegnante di sostegno Piero Di Gabriele e dalla Scuola Media “Giovanni XXIII” di Modica, presentato presso il “Teatro Garibaldi” di Modica.

Nel 2011 a seguito del rinnovo del Consiglio Direttivo l’Anffas di Modica vede un cambio alla guida. Subentra un nuovo Presidente (Giovanni Provvidenza) con un nuovo Consiglio Direttivo (composto dai soci Katia Guardo, Carpenzano Angelo, Cicciarella Maria, Giovanna Modica) il cambio alla guida da un nuovo impulso alle attività dell’Associazione.

All’inizio del 2014 un evento funesta l’Anffas onlus di Modica il 16 gennaio 2014 scompare il Primo e storico Presidente dell’Anffas di Modica Francesco Provvidenza che, pur avendo passato il testimone al figlio Giovanni non aveva neanche per un giorno smesso di occuparsi dell’Anffas dei suoi ragazzi e delle loro famiglie.

Dopo di lui scompariranno altri tre soci storici dell’Associazione :

il socio fondatore sig.Cicciarella Bartolo 2014 marzo

il 10/02/2017 muore la sig.ra socia Ciacera Carmela

il socio fondatore sig. gennaro giorgio giugno 2017

Nell’estate del 2014, in occasione della sopensione delle attività per il periodo estivo l’anffas di Modica affronta una ristutturazione della sede (grazie anche alla vincita del concorso indetto dal Punto Brico di Ragusa denominati “Insieme per il nostro quartiere”) che consentirà di avere degli ambienti piu confortevoli e organizzati.

Nel 2015 l’Anffas onlus di Modica affronta, in linea con le direttive nazionali, un nuovo cambio statutario che mira all’adeguamento della struttura associativa alle norme nazionali di settore.

Sempre nel 2015 la sede affronta il rinnovo del Consiglio Direttivo. Dalle elezioni esce la seguente composizione del Direttivo (tutt’ora in carica): Presidente: Provviddenza Giovanni, Vicepresidente e Tesoriere: Katia Guardo, Segretario: Assenza Giovanni; Consiglieri: Carpenzano Angelo e Luca Roccasalva.

L’Anffas onlus di Modica negli anni porta avanti quanto di seguito brevemente sintetizzato:

Progetti , collaborazioni, convegni e corsi di formazione: si è impegnata nella partecipazione ad iniziative socio-umanitarie, e non, in collaborazione con il Comune di Modica di concerto con le diverse Associazioni similari presenti sul territorio con l’obiettivo di fornire una corretta informazione sulle attività e i diritti dei cittadini con differenti abilità. Tutto ciò ha avuto, nel tempo, anche lo scopo di permettere alle famiglie di persone con disabilità di uscire dall’emarginazione sociale, ma anche dall’ autoemarginazione nella quale spesso si chiudono: dare cioè alle famiglie stesse la possibilità di parlare del proprio problema senza sensi di colpa, ciò ha permesso di creare una rete di genitori informati e capaci di interventi operativi.

Relativamente alle iniziative a favore delle famiglie, oltre alle attività informa-handicap, è stato avviato un percorso diretto alla formazione:

– Si è tenuto, a tal proposito, nei mesi di maggio e giugno 2003 il 1° Corso di Aggiornamento Teorico-Pratico: “Le Abilità Differenti” (valutazione, obiettivi, buone prassi, metodologia nel percorso di integrazione), ripetutosi nell’anno 2004;

– Organizzazione del Convegno “L’Amministratore di Sostegno” (evoluzione o rivoluzione delle misure di protezione delle persone con disasgio?) in collaborazione con l’Ausl 7 e con il Tribunale di Modica svoltosi il 1 aprile 2006;

– mentre nell’autunno 2007 grazie ad un finanziamento del CSVE si è tenuto un corso di formazione a favore di famiglie e volontari intitolato “Il ruolo del volontariato tra istituzioni pubbliche e private”;

– il 03 dicembre 2007, grazie al contributo del CSVE e con il patrocinio del Comune di Modica, presso la scuola media Giovanni Falcone di Modica si è svolto il Convegno Distrettuale “La qualità dell’Integrazione Scolastica degli Alunni con Disabilità”

– Convegno: “L’importanza della presa incarico come Progetto di Vita” , questo convegno è

stato svolto il 4 aprile del 2009 per il decennale della sede Anffas onlus di Modica..

  • Art. 14 della L. 328/00: Corso sull’applicazione dell’art. 14 della legge 328/00, come si

formula, come si richiede, come si attua, il progetto individuale di vita della persona con

disabilità, svolto il 28 febbraio 2011;

  • Il 28 Aprile 2017 presso l’Auditorium Pietro Floridia a Modica si è svolto, in collaborazione con l’Anffas Nazionale, il Consorzio la Rosa Blu il comune di Modica e l’ASP 7 di Ragusa, il SEMINARIO “Evoluzione e prospettive del Progetto di Vita alla luce delle nuove normative”.

Le maggiori manifestazioni in cui è ed è stata presente l’Anffas onlus di Modica sono: Fiera della Contea edizioni dal 2000 al 2018; Ecomare marina di Modica Agosto 2000; i percorsi nelle oasi WWF per i disabili edizioni 2001,2002. Progetto Ecomare anni 2000/2001/2002/2003; progetto “Esploriamo il Territorio” 2004; expò San Giorgio 2002; un Natale di solidarietà 2002; nel periodo estivo 2005 così come negli anni precedenti è stato portato avanti un progetto di attività balneari denominato “Aria-acqua-terra e suono”, attività ludiche e di animazione, come tornei di bocce e gare di sculture di sabbia nel corso dell’estate 2006, che hanno visto i ragazzi coinvolti in prima persona nel realizzare attraverso la sabbia delle figure suggerite da loro stessi. Tutto ciò è stato possibile grazie al progetto realizzato dall’Anffas onlus sede di Modica, “Armonie delle Forme” in collaborazione al progetto provinciale “Carambola di Emozioni”. Nello stesso periodo vi è stata la partecipazione a “Gazebo solidale”, in collaborazione con il C.S.V.E.; AnffaSolidale, edizioni 2004 e 2007; la partecipazione alla manifestazione organizzata dall’ASSOD di Ispica nelle edizioni ’06, ’07, ’08; partecipazione con laboratorio di strada ad “Eurochocolate” ’07; sviluppo del progetto in collaborazione con l’Oasi degli Asini “Onotherapy” nell’anno 2007;

Politiche sociali locali: il rapporto e il contributo offerto dall’Anffas cittadina allo sviluppo e al sostegno delle iniziative proposte dagli enti territoriali, con particolare riguardo nei confronti dell’Ente comunale (nostro primario interlocutore) risulta essere molto intenso. Tra i momenti di collaborazione più rilevanti ricordiamo: la firma del Patto Sociale per la Città di Modica (anno 2001); la firma del progetto “A casa tua” elaborato sulla base dei principi sanciti dalla L.104/92; la compartecipazione con l’Ente Comune nella elaborazione e nella firma del progetto “Modicanimando” ai senzi dell’art.6 della L 285/97 (triennio 2000/2002); la costituzione con altri Enti di una A.T.I. (Associazione Temporanea d’Impresa) allo scopo di gestire le attività previste dal progetto “Modicanimando” (maggio 2002); la compartecipazione e la firma del progetto “Le Meravigliose Differenze“, elaborato in occasione dell’anno europeo del Disabile promosso dal II° circolo didattico Piano Gesù di Modica (maggio 2003); la costituzione di una A.T.I. con altri Enti per la gestione dei progetti dell’area Disabili previsti dal Piano di Zona del D. 45 (giugno 2005); da luglio 2007 a giugno 2008 l’Anffas onlus di Modica ha gestito in ATI con CSR, Cafeo SRL, Piccoli Fratelli, il Centro Residenziale Temporaneo “Bucaneve” finanziato dalla Regione Sicilia.

Il lavoro quotidiano dell’Anffas onlus di Modica si svolge su più versanti riconducibili a diversi servizi:

  • Gestione Centro Socio-educativo: frequentato ad oggi da 15 persone con disabilità (giorgio, antonello, Gianni R, Gianni L., Marcella, Jhonada, Peppe, Giovannino, Massimo, Silvana, Angelo, Manuel, Asia, Nino, Andreea) che attualmente è operativo tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì e da settembre 2017 sono stati avviati anche tre laboratori mattutini (lunedì-mercoledì-venerdì) all’interno dei quali vengono svolti diversi tipi di attività (laboratorio cognitivo, laboratorio ci cucina, laboratorio di arte, laboratorio palestra, laboratorio di animazione. I 3 laboratori mattutini (denominati “palestra di autonomia”) sono invece dedicati allo sviluppo di abilità di autonomia con l’obiettivo di avviare un percorso diretto al “dopo di noi”.

Uno dei laboratori preferiti dai ragazzi del centro è il laboratorio escursioni, il quale oltre ad assumere una valenza educativa molto rilevante (basta pensare allo sviluppo del “senso di appartenenza”) annualmente vede la riproposizione di una serie di escursioni divenute appuntamento fisso ed in particolare:

  • Progetto sicurezza che vede i ragazzi annualmente coinvolti nel “tour” di tutte le forze di ordine e sicurezza presenti nel territorio cittadino e provinciale (vigili del fuoco, vigili urbani, arma dei carabinieri, polizia di stato, guardia di finanza, da ultimo, la questura di Ragusa)
  • Visita alla pagoda della pace buddista di Comiso
  • Tour dei luoghi di Montalbano.

Un altro laboratorio che negli anni ha riscosso successo tra i ragazzi dell’Anffas di Modica è il laboratorio Teatrale che, ripetutosi ciclicamente, ha portato alla produzione dei seguenti spettacoli:

  • “Ghiandaia Azzurra” svoltosi il 05/12/2004 presso il Teatro della Parrocchia di S. Anna a Modica;
  • Spettacolo teatrale “L’albero della Felicità” svoltosi il 05/01/2012 in collaborazione con l’Associazione “Piccoli Fratelli” di Modica presso l’ex Antoniano di Modica;
  • Spettacolo teatrale “Parole nel Vento” svoltosi il 17/12/2015 presso il Teatro dell’oratorio Salesiani di Modica Alta;
  • Drammatizzazione “La via Crucis dell’amore sulle orme di Gesù” svoltosi il 18/03/2016 presso la Chiesa di S. Elena a Modica;
  • Spettacolo Teatrale “U Natali re siciliani… ciauru ri tradizioni” svoltosi il 16/12/2016 presso il Teatro dell’oratorio Salesiani di Modica Alta;
  • Drammatizzazione “Via Crucis 2017: Gesù è Risorto” svoltasi il 07/04/2017 presso la Chiesa di S. Elena a Modica.
  • Servizio di trasporto da e per il centro attuato grazie ai vari mezzi di trasporto (il primo mezzo fu acquistato nell’aprile 2002 in seguito ad una raccolta fondi attuata a mezzo di una lotteria denominata “con duemilalire aiuti l’Anffas e vinci un premio”)
  • Orto urbano “Melvin Jones” DAL 2017( voluto dai Lions di Modica in collaborazione con il Comune di Modica, LEGAMBIENTE, e altre Associazioni) nel quale (in base alla stagione) vengono prodotti ortaggi e verdure tipici del territorio (ad es. zucchine, melanzane, peperoni, pomodori, fave, lattuga, broccoli).
  • Servizio S.A.I.: (Servizio di Assistenza e Informazione) diretto a fornire assistenza e informazione a tutti i cittadini (soci e non) sulle tematiche relative alla disabilità.

“LOREDANA MODICA IV Edizione”

E’ prossimo all’avvio il concorso giornalistico “Loredana Modica” promosso da Anffas Onlus di Modica, che affronta il tema del Volontariato e della Protezione Civile e coinvolge le scuole elementari e medie del territorio.

Per questa quarta edizione si è scelto di puntare il concetto sul Volontariato di Protezione Civile, abbiamo puntato su questo argomento, perché in primis il volontariato è importante per la comunità e il Volontariato di Protezione Civile è importante per tutti noi. Come abbiamo visto in questi mesi, con l’aiuto di tante persone che hanno dedicato il proprio tempo assistendo le persone in difficoltà per le varie calamità successe in Italia, per la ricerca di persone scomparse.

Infatti, le V elementari dovranno realizzare un articolo di giornale sul Volontariato di Protezione civile mentre le II o III medie coinvolte si cimenteranno con un video che può essere una intervista, uno Spot, reportage.

La giuria sarà composta da esponenti del giornalismo e della televisione locale, grazie alla partecipazione (tra gli altri) di Silvia Crepaldi (La Sicilia), Saro Cannizzaro (RTM), Enzo Scarso (Marketing AVIMECC), Katiuscia Carpentieri (Direttore di Video Mediterraneo) nonché da esponenti dell’associazionismo locale (ANVVFC delegazione Modica), da componenti dell’Anffas stessa e da familiari di Loredana.

Come sempre, le classi partecipanti verranno premiate con la pubblicazione in occasione dell’Open day dell’associazione, il 28 marzo, che quest’anno sarà ancora di più un giorno di festa, ricorrendo il 20° anniversario di Anffas Onlus di Modica.

Bando di concorso Loredana Modica IV edizione

 

AIUTA I RAGAZZI DELL’ANFFAS A CRESCERE #RISTRUTTURAZIONENUOVASEDE

Nuovo progetto al via per l’Anffas onlus di Modica, questa volta e molto più grande e molto più ambizioso. Dopo aver raggiunto l’acquisto del pulmino, i ragazzi dell’Anffas onlus di Modica, chiedono l’aiuto della cittadinanza di Modica e non solo anche delle altre città vicine e gridano anche un appello a tutte le aziende del territorio. Se gli date una mano a ristrutturare la sede Anffas onlus di Modica, per farla diventare più grande e con tanti nuovi laboratori. Tutto ciò non solo con un contributo tramite un versamento all’ IBAN dell’Associazione IT78 V033 5901 6001 0000 0077 001, oppure tramite la raccolta fondi via FB nella Pagina di Anffas onlus Modica, donando materiale edile, piastrelle, Cartongesso oppure il proprio tempo.

Si puo’ aiutare i ragazzi dell’Anffas onlus di Modica, anche acquistando dei biglietti del sorteggio di natale con un euro aiuto Anffas onlus di Modica ad acquistare una piastrella, se ci aiuti a vendere un blocchetto di biglietti aiuterai i ragazzi a pagare un ora di lavoro di un muratore. Il sorteggio sarà giorno 6 gennaio 2019 presso la sede Anffas onlus di Modica. Ci potete contattare o tramite i social o via e.mail info@anffasmodica.it alla segreteria 0932/762877

Giornata con il Presidente del Consiglio Comunale di Modica

Giorno martedì 23 ottobre i ragazzi dell’anffas hanno avuto l’immenso piacere di essere accolti nell’aula consiliare di Modica dove la presidente del consiglio comunale, Carmela Minioto, ha dato ospitalità al gruppo, che ha mostrato entusiasmo di occupare gli stessi posti dei consiglieri e di prendere confidenza con i microfoni e le postazioni. Successivamente i ragazzi hanno trasferito la loro attenzione alle parole di Caterina Fidone, parte dello staff dell’ufficio di presidenza, nonché guida turistica, la quale ha fornito delle informazioni importanti sulla grande tela riposta lungo uno dei lati dell’aula consiliare, “Il giuramento di Castronovo”, il giuramento di fedeltà infatti riprende ogni atto di fedeltà e impegno che viene svolto nei confronti della città. Tutti i ragazzi si sono mostrati soddisfatti delle spiegazioni fornite e ancor più delle risposte alle loro domande che avevano preparato in occasione della visita. L’entusiasmo sembra aver raggiunto il culmine quando anche il sindaco, riuscitosi a liberare dagli impegni pomeridiani, ha raggiunto l’aula per dare un saluto individuale ad ognuno di loro e a mostrare il proprio impegno e la propria vicinanza alle attività dell’associazione. Il pomeriggio si è concluso con una foto di gruppo e la consegna dei regali, preparati accuratamente dai ragazzi in occasione dei vari laboratori.

orto sociale

prodiritti h

5x1000