Get Adobe Flash player

Percorso Legalità


Come ogni anno i ragazzi dell’Anffas onlus di Modica, si propone di percorrere un percorso di conoscenza e di farsi conoscere alla città e alle forze dell’ordine che esistono a Modica. Per questo motivo Anffas si propone di portare il progetto “Legalità e sicurezza” la prima visita che i ragazzi accompagnati dai volontari, hanno fatto e stata la Guardia di Finanza di Modica.
Durante la visita agli uffici, uno dei ragazzi autorappresentanti dell’Anffas di Modica ha fatto “un vero e proprio interrogatorio” al Tenente, accontentando la propria curiosità con svariate domande ( che compiti svolge; a chi fanno le multe, come funziona la macchina della guardia di finanza ecc..) e ricevendo in cambio delle risposte chiare e dettagliate.

Anche in questa visita l’Anffas ha regalato svariati oggetti creati dai ragazzi con materiali da riciclo, ricevendo dei doni della Guardia di Finanza.

il Prossimo incontro si terrà presso la Caserma dei Vigili del Fuoco.

Il giovedì si è concluso con un passeggiata a Modica bassa e con i dolci della pasticceria Bonajuto…

ANCHE NOI POSSIAMO VOTARE….

VOGLIAMO CONTINUARE A RICORDALO


“Siamo i ragazzi dell’Anffas onlus di Modica.

Nell’ultimo anno abbiamo iniziato il progetto “Io cittadino”, per conoscere i nostri diritti e doveri di cittadini; tra questi un diritto –dovere molto importante è quello di votare.

Il 10 giugno si vota per il Sindaco e per il Consiglio Comunale di Modica e noi ci siamo preparati molto per capire come si vota e per decidere chi votare.

Non vorremmo però che si ripetessero esperienze passate in cui, presidenti di seggio poco informati, non ce l’hanno consentito.

Persino i ragazzi con grave disabilità hanno il diritto di votare perché sono in grado di fare tutto quello che vogliono se studiano e prendono informazioni.

Chiediamo quindi che in tutti i seggi anche alle persone con disabilità venga permesso di votare senza alcuna discriminazione”.

Come facilitatori, noi operatori dell’Anffas abbiamo assistito i ragazzi dell’associazione in questo percorso di cittadinanza attiva, fornendogli nel nostro piccolo competenze su diritti elementari che loro stessi non sapevano di avere ma il cui riconoscimento da parte della collettività è per loro estremamente importante, perché significa riconoscergli un ruolo attivo nella società.

Pensare che una persona, infatti, non sia in grado di formarsi un’opinione su questioni che pure la riguardano perché disabile è frutto di una scarsa conoscenza del mondo della disabilità stessa.

È però anche vero che, sebbene la legge italiana riconosca ai disabili intellettivi il diritto al voto, questi non vengono messi in condizione di esercitarlo consapevolmente, finendo spesso per rinunciarvi: i programmi e le indicazioni sono espresse in un linguaggio di difficile comprensione e non sono permesse facilitazioni (ad esempio il voto assistito, così come per i disabili sensoriali).

Nell’auspicare in futuro una maggiore attenzione a questi elettori, ci uniamo alla richiesta dei nostri ragazzi affinché il loro impegno a diventare cittadini consapevoli venga riconosciuto.

SEMINARIO”Evoluzione del progetto di vita alla luce delle nuove normative”
Venerdì 28 Aprile, a partire dalle 8:30, si terrà presso l’Auditorium Pietro Floridia un importante seminario sull’ “Evoluzione del progetto di vita alla luce delle nuove normative”.
La giornata, proposta dall’ Anffas Onlus di Modica, vuole consentire agli operatori del settore, e a quanti fossero interessati, di fare chiarezza sullo “stato dell’arte” del progetto di vita della persona con disabilità quale imprescindibile momento del processo di presa in carico.
Un simile momento formativo si rende necessario soprattutto alla luce delle ultime evoluzioni normative (quale, ad esempio, la legge sul “Dopo di noi”) le quali richiedono di diventare a tutti gli effetti sapere condiviso tra quanti sono coinvolti nella programmazione.
L’evento,che accredita 7 CFU, é realizzato in collaborazione con Anffas onlus nazionale e il Consorzio la Rosa blu, vedrà quali relatori esperti e tecnici di spessore provenienti dall’Asp 7, dai Servizi sociali del territorio e dalla stessa Anffas Onlus.

Proprio a questo proposito, una particolare attenzione sarà dedicata al sistema “Matrici ecologiche e dei sostegni” che proprio Anffas ha introdotto, sperimentato e validato scientificamente quale modello innovativo per la realizzazione del progetto individuale ai sensi dell’articolo 14 della L.328/00, al fine di garantire il miglioramento della Qualità di Vita delle persone con disabilità nel rispetto dei diritti umani e della piena inclusione sociale.
I nostri recapiti: Tel/Fax 0932/762877 www.anffasmodica.it – mail info@anffasmodica.it

Modulo di iscrizione seminario 28 Aprile

Open Day Anffas e Premiazione Concorso Giornalistico

60 anni di Anffas
Premiazione Concorso Giornalistico Loredana Modica

Anffas Onlus

Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale

28 MARZO 2018: BUON COMPLEANNO ANFFAS!

Il 28 MARZO 2018 LA GIORNATA NAZIONALE DELLA DISABILITÀ INTELLETTIVA E/O RELAZIONALE – “ANFFAS OPEN DAY” – DA’ IL VIA ALLE CELEBRAZIONI!

Il 28 marzo 2018 torna, per l’undicesimo anno consecutivo, la Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, la manifestazione nazionale promossa ed organizzata da Anffas Onlus che, con l’ormai consueta formula “Anffas Open Day”, apre ufficialmente anche le celebrazioni dei 60 anni di Anffas. Era il 28 marzo 1958, infatti, quando Maria Luisa Menegotto, mamma di un bambino con disabilità, fondava, a Roma, insieme ad altri 10 genitori e “… su un angolo di scrivania in un seminterrato”, Anffas, con l’obiettivo di cambiare la società, di ottenere diritti, pari opportunità e inclusione. Ed è proprio l’inclusione sociale il tema al centro della Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale e di Anffas Open Day. Giornata volta principalmente a sensibilizzare ulteriormente la società civile tutta e ri-affermare i diritti civili e umani sanciti dalla Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità.

Tutte le strutture associative – circa 1000 in tutta Italia – in cui Anffas da 60 anni si prende cura e carico di oltre 30.000 persone con disabilità e dei loro familiari, il 28 marzo p.v. con la formula “Open Day” organizzeranno, con il protagonismo diretto delle persone con disabilità, convegni, spettacoli e tante altre iniziative volte a diffondere la cultura dell’inclusione sociale, delle pari opportunità, della non discriminazione. Ad accogliere la cittadinanza ci saranno le persone con disabilità, i loro genitori e familiari, gli associati Anffas, gli operatori, i volontari e tutti coloro che, a vario titolo, operano in Anffas e collaborano con essa.

L’evento sarà anche l’occasione per ripercorrere la storia associativa e con essa la storia del nostro paese, un paese che dal 1958 è sicuramente cambiato in meglio e tante sono le conquiste che anche grazie ad Anffas hanno contribuito a migliorare la qualità di vita delle persone con disabilità e dei loro familiari. Purtroppo, però, allo stesso tempo, ancora tanti sono gli ostacoli da affrontare, le barriere da superare e i traguardi da raggiungere per la piena inclusione delle persone con disabilità e per il rispetto dei loro diritti in ogni ambito della loro vita.

Con rinnovato entusiasmo e determinazione, quindi, Anffas Tutta si prepara al 28 marzo 2018 per “aprire le porte all’inclusione sociale” e rendere evidente che quando se ne offrono le opportunità e con i giusti sostegni le persone con disabilità possono raggiungere grandi traguardi, spesso ritenuti impossibili. Traguardi raggiunti anche grazie ad un costante e prezioso lavoro quotidiano realizzato nelle strutture associative Anffas, che mettendo al centro le persone con disabilità, le vedono sempre più impegnate in prima persona, su temi quali la cittadinanza attiva, il linguaggio facile da leggere, l’autonomia, l’autodeterminazione e l’autorappresentanza. Tanti quindi gli obiettivi raggiunti ma tante le cose ancora da fare!

Anffas invita quindi tutti i cittadini a partecipare a questa grande festa, a conoscere l’Associazione, le famiglie e gli amici che la compongono e le tante attività e iniziative che ogni giorno vengono realizzate per promuovere un futuro in cui nessuno sia più discriminato a causa della disabilità e in cui vengano garantiti a tutti pari opportunità e piena inclusione sociale!

Anffas onlus di Modica apre le proprie porte a tutta la cittadinanza e in particolare premierà le classi vincitrici del concorso Giornalistico “Loredana Modica” giorno 28 marzo alle ore 9.30 presso i locali di Anffas onlus di Modica via Circonvallazione Ortisiana

Visita alla stazione locale della polizia


I ragazzi dell’Anffas onlus di Modica, nell’ambito di un continuo percorso di cittadinanza attiva, sono stati in visita presso il commissariato di Polizia locale.
Ad accoglierli personale attento e competente, in grado di spiegare loro in maniera semplice gli indispensabili compiti svolti dalle forze di polizia al fine di salvaguardare la sicurezza pubblica.
Inoltre, è stato possibile entrare nelle celle di sicurezza, effettuare una chiamata radio, e, cosa che più ha entusiasmato i ragazzi dell’associazione, entrare all’interno delle volanti azionando la sirena.
Il pomeriggio si è concluso con i saluti del Dott. Nicodemo Liotti, Dirigente del commissariato, ed una foto in ricordo della piacevole visita.

VISITA AL COMANDO DEI CARABINIERI


Un altro giovedì all’insegna del percorso “Legalità e sicurezza” per i ragazzi dell’Anffas di Modica, che dopo aver visitato la Questura di Ragusa settimana scorsa, questa settimana si sono recati presso la Compagnia dei Carabinieri di Modica. Sono stati accolti dal Tenente Mariachiara Soldano e dai marescialli di turno, che con parole semplici e chiare, hanno spiegato il lavoro che svolgono ogni giorno per la nostra sicurezza.
I ragazzi hanno provato anche l’emozione di poter salire in una loro “gazzella” e di indossare, a turno, il loro giubbotto antiproiettile. Immancabile momento è stato quello della consegna del pensierino creato dai ragazzi durante uno dei laboratori, e per l’associazione il Tenente ha ricambiato con il calendario Ufficiale dell’Arma dei Carabinieri 2017.
Dopo aver visionato i diversi uffici il pomeriggio si è concluso con una ricca merenda offerta dai Carabinieri.

VIA CRUCIS ANFFAS ONLUS MODICA

Venerdì 7 Aprile, a partire dalle 20:00, i ragazzi dell’Anffas onlus di Modica vi attendono presso la chiesa di S. Elena per un evento d’eccezione: la messa in scena di una loro originale versione della Via Crucis.
Oltre alle consuete “tappe”, a tutti conosciute, si è scelto di personalizzare lo spettacolo legandolo alla ciclicità della vita e alle peculiarità proprie di ogni “attore”, unendo recitazione e musica ed attualizzando le tematiche sempre attuali che la vita di Gesù ci pone.
In questi mesi i ragazzi si sono spesi con grande impegno ed entusiasmo nel realizzare tale rivisitazione, per cui speriamo che accorrerete numerosi nel celebrare insieme l’avvicinarsi della santa Pasqua.
Per quanti volessero, alle 19:00 la celebrazione della santa messa anticiperà la messa in scena.

Via crucis 2017:Gesù è risorto!


I ragazzi dell’anffas onlus di Modica il 7 aprile hanno messo in scena una via crucis alla chiesa di S.Elena.
La via crucis è uno spettacolo che ci ricorda gesù e la sua vita.
I ragazzi, i volontari e la regista Chiara Sammito si sono molto impegnati ma alla fine è stato bello. Anche i bambini del catechismo della parrochia hanno partecipato ad alcune scene.
Prima dello spettacolo, alle ore 19:00, c’ è stata la messa che ha riempito la Chiesa di gente. I genitori si sono emozionati tanto.
” ci e pièciuto quando abbiamo seguito Gesù in processione, è stata bella la scena del balletto” dicono Massimo(Ponzio Pilato) e Gianni(soldato).
Nino(Gesù) dice” Mi è piaciuto quando i soldati hanno portato via Gesù per essere crocifisso e quando ci siamo abbracciati”.
“Mi è piaciuto interpretare san. Giuseppe insieme a cui Maria riceve l’annunciazione” dice, invece ,Antonio.
Ringraziamo Don Gianluca per averci ospitato, e grazie a tutta la gente che è venuta a vederci a cui abbiamo regalato un pensierino(il nostro cerchio della vita) come ricordo della via crucis.
firmato gli autorappresentanti di anffas onlus Modica.

UNA GIORNATA CON L’ASSOCIAZIONE MISERICORDIA DI MODICA


Il percorso legalità portato avanti dai ragazzi dell’Anffas onlus di Modica si è concluso in grande stile, con una visita dei volontari della “Misericordia” presso i locali dell’associazione.
I volontari, con grande perizia e chiarezza, hanno mostrato ai ragazzi e ai volontari dell’associazione come si svolgono le delicatissime e cruciali operazioni di primo soccorso e l’equipaggiamento in dotazione alle autoambulanze.
Dopo aver soddisfatto le curiosità dei ragazzi, il pomeriggio è proseguito in allegria e con la condivisione della merenda.

Spettabili presidenti di seggio


Spettabili presidenti di seggio,
“Siamo i ragazzi dell’Anffas onlus di Modica.
Nell’ultimo anno abbiamo iniziato il progetto “Io cittadino”, per conoscere i nostri diritti e doveri di cittadini; tra questi un diritto –dovere molto importante è quello di votare.
Il 5 novembre si vota per il presidente e per la assemblea della regione Sicilia e noi ci siamo preparati molto per capire come si vota e per decidere chi votare.
Non vorremmo però che si ripetessero esperienze passate in cui, presidenti di seggio poco informati, non ce l’hanno consentito.
Persino i ragazzi con grave disabilità hanno il diritto di votare perché sono in grado di fare tutto quello che vogliono se studiano e prendono informazioni.
Chiediamo quindi che in tutti i seggi anche alle persone con disabilità venga permesso di votare senza alcuna discriminazione”.
Come facilitatori, noi operatori dell’Anffas abbiamo assistito i ragazzi dell’associazione in questo percorso di cittadinanza attiva, fornendogli nel nostro piccolo competenze su diritti elementari che loro stessi non sapevano di avere ma il cui riconoscimento da parte della collettività è per loro estremamente importante, perché significa riconoscergli un ruolo attivo nella società.
Pensare che una persona, infatti, non sia in grado di formarsi un’opinione su questioni che pure la riguardano perché disabile è frutto di una scarsa conoscenza del mondo della disabilità stessa.
È però anche vero che, sebbene la legge italiana riconosca ai disabili intellettivi il diritto al voto, questi non vengono messi in condizione di esercitarlo consapevolmente, finendo spesso per rinunciarvi: i programmi e le indicazioni sono espresse in un linguaggio di difficile comprensione e non sono permesse facilitazioni (ad esempio il voto assistito, così come per i disabili sensoriali).
Nell’auspicare in futuro una maggiore attenzione a questi elettori, ci uniamo alla richiesta dei nostri ragazzi affinché il loro impegno a diventare cittadini consapevoli venga riconosciuto.

orto sociale

prodiritti h

5x1000