Percorso legalità visita alla capitaneria di porto e guardia costiera

Percorso legalità visita alla capitaneria di porto e guardia costiera giorno

24 ottobre 2019

Continua il percorso legalità dei ragazzi dell’Anffas di Modica volto alla sensibilizzazione e la conoscenza delle autorità territoriali. Ieri la visita alla capitaneria di porto di Pozzallo iniziata con la visione nel molo della motovedetta della Guardia Costiera nella quale alcuni dei ragazzi sono saliti a bordo ed è stato spiegato loro il funzionamento e le attività compiute dalla stessa in mare. La visita è proseguita con l’ingresso all’interno della sede dove il Capo di Seconda ha accolto i ragazzi all’interno della sala conferenze ed ha esposto loro brevemente i compiti della Guardia Costiera. Successivamente in piccoli gruppi si è visitata la torre di controllo il quale ha illustrato le carte navali, le radio trasmittenti e i monitor delle telecamere dell’area circostante. La visita si è conclusa con la consegna di un piccolo dono  alle autorità realizzato  dai ragazzi

LA SICILIA E’ UNA DELLE POCHE REGIONI D’ITALIA FA PAGARE IL BOLLO AUTO ALLE ASSOCIAZIONI NO PROFIT

Il bollo auto è probabilmente la tassa meno amata dagli italiani.

Questo è particolarmente vero in Sicilia, dove sono tenuti al pagamento anche soggetti “risparmiati” in quasi tutte le altre regioni della penisola, in ragione della particolare attività svolta: Le Onlus o associazioni non profit.

A dire il vero, circolano sul web notizie riguardo un’ipotetica esenzione ma finora tutto è rimasto immutato ed i cosiddetti “mezzi solidali” siciliani continuano, di fatto, ad essere tassati nel prestare i loro servizi.

Questo non riguarda solo associazioni come l’Anffas; un caso da manuale è, ad esempio, la Protezione Civile che svolge a tutti gli effetti un servizio di pubblica utilità.

Anche qui la risposta non è stata sempre univoca: nel 2016 le organizzazioni di volontariato di protezione civile erano esonerate dal pagamento della tassa di circolazione, nel 2019 invece no e non si riesce a capire la “ratio” di questa inversione di rotta che va in una direzione del tutto contraria rispetto a quanto avviene nel resto d’Italia.

Ora, riteniamo che forse sarebbe arrivato il momento, per le autorità preposte, di attenzionare una volta per tutte la materia e porre fine a questa incertezza chiedendosi, ci permettiamo di suggerire, se sia davvero il caso di continuare a tassare soggetti che svolgono un servizio in favore della comunità il più delle volte gratuitamente.

Visita al Commissariato di Modica – Percorso Legalità

Percorso legalità, continua con la visita presso il commissariato di Modica.
I ragazzi hanno visitato, la sala radio dove vengono smaltite le varie comunicazioni alle macchine di servizio, in più hanno visitato l’ufficio amministrativo, l’ufficio denunce, nucleo scientifico, ufficio indagini, la cella di sicurezza. Poi sono stati ospitati dal dirigente del commissariato, dove i ragazzi hanno fatto tante, iter di un’arresto; come si diventa poliziotto; durante il servizio ha mai avuto paura; durante una cattura si arriva a sirene accese o spente; numero per chiamare la polizia di stato; comportamento in caso di furto; il numero di pattuglie che partono in caso di arresto; il numero di pattuglie che partono nel caso in cui i ladri siano tanti. Tutte le domande dei ragazzi, sono state soddisfatte dalle risposte vice questore Corrado Empoli.

Il pomeriggio si è concluso vedendo la volante della polizia e una merenda offerta dal commissariato.

La Beneficenza si mette in Moto

La beneficenza si mette in moto

Organizzato da Mothuka Riders Harley Group…si terrà presso il Re Wine. Ci sarà una giornata di tanta musica, con gruppi che suoneranno dal vivo e tanto mangiare e birra. Con la presenza di tante moto Harley.

La raccolta fondi di giorno 20 ottobre, sarà donata Anffas onlus di Modica, per il Progetto

“Io Ci sono e Tu? #RISTRUTTURAZIONESEDEANFFASMODICA”

Vi aspettiamo in tanti

SICUREZZA SOCIALE

Visita alla Polizia Municipale

Come ogni anno i ragazzi dell’Anffas onlus di Modica, iniziano un percorso sulla conoscenza delle forze dell’ordine del proprio territorio. il primo incontro è stato fatto con la Polizia Municipale di Modica. Sono stati accolti dal Comandante della Polizia locale Rosario Cannizzaro , dove ha spiegato ai ragazzi le varie funzioni della polizia municipale e le regole del buon comportamento verso la città e dei cittadini. La prossima visita sarà presso La Guardia di Finanza di Modica.

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE – BANDO ORDINARIO 2019, N° 4 PROGETTI PER L’A.S.SO.D.

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE – BANDO ORDINARIO 2019, N° 4 PROGETTI PER L’A.S.SO.D.

L’Anffas onlus di Modica rende noto che anche quest’anno, grazie al supporto dell’A.S.SO.D onlus(Associazione Servizio Civile e Sostegno Didabili), è aperto il Bando per la presentazione delle domande per accedere al Servizio Civile Universale.

L’Anffas onlus Modica accoglierà 8 volontari che verranno impegnati nel progetto “Arcobaleno delle Emozioni”

Le attività in cui saranno impegnati gli operatori volontari saranno relative a:

  • Supporto nella   realizzazione   delle   varie   attività   ricreative,   di   socializzazione   e   di   integrazione territoriale.
  • Sviluppo di attività di sostegno per  persone con  disabilità,  allo  scopo  di  rafforzare  e  valorizzare  le risorse individuali e favorire l’autonomia.
  • Servizio di aiuto-ascolto.
  • Attività di programmazione  laboratoriale
  • Servizio di trasporto (gli operatori sono tenuti senza alcuna distinzione a svolgere servizio di autisti dei mezzi in dotazione).

L’attività di servizio verrà svolta su 6 giorni settimanali, per un monte ore medio di 25 ore settimanali

Da quest’anno gli aspiranti operatori volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domande on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo:  https://domandaonline.serviziocivile.it a cui si potrà accedere attraverso SPID, il “Sistema Pubblico d’Identità Digitale” con un livello di sicurezza 2.

Le domande di partecipazione devono essere presentate entro e non oltre le ore 14.00 del 10 ottobre 2019.

Per ogni ulteriori informazioni contattare:

sul sito https://www.assod.org/

L’ A.S.SO.D. ONLUS RICERCA N. 82 OPERATORI VOLONTARI

https://www.serviziocivile.gov.it/

  • Anffas onlu Modica

Via Circonvallazione Ortisiana 206 A/1

97015 Modica

0932/762877

www.anffasmodica.it

Email: info@anffasmodica.it

Pec: anffasmodica@pec.anffasmodica.it

BELLE NOTIZIE SULLA SCUOLA E NELLA NOSTRA PROVINCIA PERCHE’ NON SE NE SENTONO???

BELLE NOTIZIE SULLA SCUOLA E NELLA NOSTRA PROVINCIA PERCHE’ NON SE NE SENTONO???

Sempre più spesso i mezzi di informazione, social network in primis, ci propongono un’immagine delle persone con disabilità diversa rispetto al passato: i ragazzi che hanno successo negli studi, riuscendo persino a conseguire una laurea, non sono più un caso isolato.

In quanto presidente di Anffas Onlus Modica, la lettura di queste notizie non può che suscitare una riflessione, anche alla luce dell’esperienza di Anffas che da ormai 20 anni è a strettissimo contatto con gli istituti scolastici, le varie amministrazioni, gli studenti e le loro famiglie.

Partiamo da una domanda: perché nel nostro territorio tutto ciò sembra irrealizzabile? Perché se i nostri studenti con disabilità, nella quasi totalità dei casi, concludono il loro percorso formativo con un semplice attestato di frequenza (e non con un diploma) significa che, di strada, dobbiamo ancora percorrerne tanta.

Dipende forse da una mancanza di informazioni delle famiglie? Dal fatto che la scuola, spesso, non padroneggia ancora i vari strumenti a disposizione (pensiamo al PEI e alle criticità che talvolta abbiamo riscontrato o ai vari strumenti didattici compensativi)? Da una mancanza di comunicazione tra i diversi livelli di istruzione (ad esempio nel passaggio dalle scuole medie alle scuole superiori)?

Del resto, è anche ovvio che certe (positive) notizie colpiscano più di altre se pensiamo che, quando si parla di scuola e disabilità, veniamo a sapere più o meno questo: presidi che invitano i familiari a tenere i figli a casa per mancanza di trasporto e assistenza, ragazzi esclusi dalle prove invalsi, sostegno nel caos.

Contingenze quotidiane che, al di là dei contenuti educativi, rendono la sola presenza in classe dell’alunno con disabilità un successo.

Che il sistema abbia bisogno di correttivi lo dimostra anche lo schema di decreto legislativo licenziato dal Consiglio dei Ministri il 20 Maggio, che intende migliorare l’impianto del decreto n.66 del 2017, dedicato proprio all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità.

L’intento è quello di mettere al centro lo studente e le sue necessità: le ore di sostegno verranno concordate anche con i familiari (prima esclusi da questo processo), il PEI incluso nel progetto individualizzato previsto dalla legge 328/00, metodologie di studio non standardizzate per patologia.

Siamo consapevoli che non sarà certo uno strumento legislativo, ultimo di una lunga serie, a cambiare lo stato dell’inclusione scolastica, ma ci auspichiamo che, con il giusto coinvolgimento di tutti gli attori coinvolti e degli strumenti esistenti, si riesca a trovare per ogni alunno disabile il giusto percorso, atto a garantirgli il massimo apprendimento possibile.

Lo dobbiamo ai tanti studenti meritevoli del nostro territorio, che di certo non mancano.

16 AGOSTO CORTOMETRAGGIO ANFFAS MODICA

Giorno 16 agosto alle ore 20.15 presso auditorium di Marina di Modica sarà proiettato il cortometraggio dei 20 anni di Anffas onlus Modica con la regia di Alessio Miceli e la produzione AXELFILM. Vogliamo ringraziare chi ci sta permettendo la visione del cortometraggio, i responsabili del nuovo cineteatro Aurora. Il cortometraggio è la storia di Anffas Modica, raccontati con gli occhi di un ragazzo autistico e l’amicizia con una bambina. In questi 20 anni di momenti felici e tristi. Lavorare con Alessio e il suo staff è stato un grosso piacere, per i ragazzi è stato un emozione vivere queste giornate da protagonisti, essere dei veri attori, hanno avuto una grande pazienza ad ascoltare Alessio e chi lo collaborava. Alessio e il suo Staff, sono stati in grado di gestire i ragazzi anche con l’aiuto dei volontari dell’associazione che hanno partecipato al corto e una grossa mano dei genitori che hanno collaborato alla riuscita del cortometraggio.

Anffas Modica dopo l’acquisto del pulmino sta portando aventi un nuovo progetto la ristrutturazione della Sede, vorremmo creare un Centro Diurno per le persone con disabilità, la richiesta di nuove entrate sono numerose.

per chi vuole darci una mano può andare sul nostro sito www.anffasmodica.it/sostienici/

RACCOLTA FONDI #RISTRUTTURAZIONENUOVASEDE

#RISTRUTTURAZUIONENUOVASEDE..INSERITE UN SOLDINO QUANDO VEDETE I NOSTRI SALVADENAI

L’Anffas Onlus di Modica è lieta di comunicare che, da oggi, sostenerne le attività è ancora più semplice! Infatti, accanto ai tradizionali canali di finanziamento (Iban, 5×1000 ecc.), puoi destinarci una piccola donazione semplicemente andando a fare acquisti in quei negozi, sempre più numerosi, che hanno accettato di esporre il nostro salvadanaio.

Quanto raccolto ci aiuterà a realizzare il nostro prossimo progetto: ristrutturare i locali adiacenti alla nostra sede e diventare centro diurno, ampliando al contempo l’offerta dei servizi offerti alle persone con disabilità e alle loro famiglie.

Ancora, chi fosse titolare di un’attività commerciale può aiutarci offrendosi di esporre il salvadanaio Anffas, spiegando ai propri clienti la possibilità di sostenere la nostra piccola realtà associativa.

Basta davvero poco e grazie a voi il nostro sogno di diventare centro diurno sarà presto una realtà.

CANE E DISABILITÀ, NON È SOLO PET TERAPY. QUANDO LA COLLABORAZIONE FA LA FORZA DELLE GRANDI SQUADRE.

CANE E DISABILITÀ, NON È SOLO PET TERAPY.
QUANDO LA COLLABORAZIONE FA LA FORZA DELLE GRANDI SQUADRE.
Nella giornata del 18 luglio c.m., l’Anvvfc Modica in collaborazione con l’Anffas di Modica hanno organizzato un momento di condivisione tra le Unità Cinofile da soccorso, sia già brevettate che da brevettare, e i ragazzi con disabilità. I ragazzi sono diventati per un momento i conduttori dei cani portandoli a spasso con il guinzaglio, giocando loro e riempiendoli di coccole.
Successivamente, l’Unità Cinofila composta dal conduttore Antonio e il cane Thor hanno fatto una dimostrazione di obbedienza. Dopo, con la collaborazione dei ragazzi, si è formato un gruppo, nel quale, l’U.C in condotta, si destreggiava tra esso, dimostrando la docilità dei cani addestrati per la ricerca di persone. Gli stessi ragazzi si sono prestati a fare da figuranti durante un’ esercitazione di ricerca nascondendosi, accompagnati da un figurante esperto dell’ Anvvfc, in spazi chiusi, per far sì che il cane attraverso l’ effluvio li trovasse. Questo momento ha avuto lo scopo di far approcciare le persone con disabilità ai cani da soccorso, facendo sì che il cane in questo avvicinamento riconosca le diverse reazioni che essi possono avere rispetto a quelle a cui, i cani, sono abituati.
La giornata si è conclusa con una merenda condivisa tra le due associazioni.